Storia

Storia
La storia dell'azienda Amadori è un percorso di crescita continua che ha inizio in Romagna intorno agli anni Trenta del secolo scorso, quando Ondina e Agostino Amadori, insieme ai figli Francesco, Arnaldo e Adelmo, cominciano a commercializzare in ambito locale pollame e animali da cortile. Nel giro di poco tempo i fratelli decidono di dedicarsi anche all’allevamento: inizia una storia imprenditoriale che, guardando sempre al domani attraverso un processo di miglioramento continuo, si sviluppa nel corso degli anni arrivando fino ad oggi con la stessa inesauribile passione.
 
1950-1960
I primi esempi di agricoltura post-rurale convincono Francesco e Arnaldo Amadori a dedicarsi anche all'allevamento e di mettere a punto una realtà a ciclo produttivo completo. Pochi anni dopo, l'iniziativa dà già buoni frutti e di lì a poco verranno realizzati molti altri allevamenti.
 
1960-1970
Gli Amadori decidono di completare l'intero sistema di filiera: costruiscono a Cesena il loro primo mangimificio (1965), il loro primo incubatoio (1966) e il loro primo impianto di macellazione (1968). Il 1969 è l’anno della fondazione ufficiale dell’azienda.
 
1970-1980
L’azienda Amadori continua a crescere: la distribuzione dei prodotti diventa nazionale e nasce un secondo polo produttivo in Abruzzo. In quest’area - dai primi allevamenti costruiti nel 1979 - si arriva in poco tempo alla gestione della filiera completa (allevamenti, incubatoi, mangimifici, macellazione e commercializzazione).
 
1980-1990
Si muovono i primi passi verso le innovazioni di prodotto: compaiono sul mercato i primi prodotti preparati. Negli stessi anni inizia il processo di valorizzazione del marchio con le prime campagne pubblicitarie nazionali.
 
1990-2000
Continuano specializzazione e sviluppo dell’azienda: entra in funzione un nuovo impianto per la produzione degli impanati (Teramo, 1993) e di wurstel (Cesena, 1998). Vengono inoltre acquisite importanti realtà dell’avicoltura italiana, sia in Lombardia - a Brescia - che in Toscana, dove viene rilevata un’azienda a filiera integrata per la produzione di tacchini a Monteriggioni, nei pressi di Siena.
 
2000-2010
L’azienda continua a rafforzare la presenza sul mercato acquisendo nel 2005 la “Del Campo”, un’importante azienda del settore a Santa Sofia (Forlì-Cesena).
 
Oggi
Amadori ha intrapreso un importante percorso di innovazione che sta trasformando il Gruppo, fondato quasi 50 anni fa come realtà avicola, in una vera e propria azienda alimentare. La passione che muove Amadori resta fortemente familiare, la gestione è sempre più manageriale. Il Gruppo ha messo in campo investimenti significativi per continuare a crescere in tutta la filiera integrata, garantendo innovazione nei processi produttivi con tecnologie all'avanguardia, e sviluppando un’accurata politica di sostenibilità ambientale, per incrementare la produzione di energia da fonti rinnovabili, riducendo gli sprechi e valorizzando ogni risorsa.