Amadori comunica i dati di bilancio 2019. Un altro anno positivo per il Gruppo

Amadori comunica i dati di bilancio 2019. Un altro anno positivo per il Gruppo

I risultati dell’esercizio 2019 evidenziano il trend di crescita del fatturato, pari a 1.304 milioni di Euro (+3,9% sul 2018), e del margine operativo lordo, a 118 milioni di Euro (+11,8% sul 2018). Cesena, 25 maggio 2020

Il Gruppo Amadori ha comunicato oggi i dati di bilancio dell’esercizio 2019, approvato dal CdA di Amadori Spa negli scorsi giorni. Il 2019 ha visto consolidarsi ulteriormente il positivo trend di crescita realizzato nei due precedenti esercizi, a conferma del valore della strategia intrapresa dal Gruppo, che oggi permette ad Amadori di posizionarsi stabilmente ai vertici del settore avicolo e di essere una delle prime aziende del comparto alimentare italiano.

Il fatturato complessivo del 2019 ammonta a 1.304 milioni di euro (+3,9% rispetto allo scorso anno). All’aumento del fatturato si è aggiunta una importante crescita del margine operativo lordo, che ha raggiunto i 118 milioni di euro (+11,8 % rispetto al 2018). I risultati ottenuti sono il frutto della politica di investimenti sostenuta dal Gruppo in questi ultimi anni, proseguita nel corso del 2019 e focalizzata sullo sviluppo delle proprie filiere d’eccellenza (BIO, Il Campese allevato all’aperto e Qualità 10+). Da queste filiere sono stati sviluppati prodotti innovativi di qualità e ad alto contenuto di servizio, per garantire al consumatore la più ampia scelta possibile.

“Siamo soddisfatti dei risultati di bilancio ottenuti nel 2019, che confermano l’efficacia delle nostre scelte strategiche - ha commentato l’Amministratore Delegato Francesco Berti. Questa performance è stata ottenuta grazie a molteplici progetti, legati all’innovazione di prodotto e di processo e ad una politica commerciale e di marketing orientata a dare un sempre maggior servizio ai nostri clienti. Questi risultati consentono al Gruppo di proseguire nel suo percorso di sviluppo, per soddisfare le numerose e diversificate richieste di un mercato in continua evoluzione, e premiano gli sforzi dei nostri oltre 8.300 collaboratori in tutta Italia.

In questo momento particolare, desidero ringraziare soprattutto i lavoratori della filiera integrata Amadori, che negli ultimi mesi, nonostante l’emergenza Covid, hanno lavorato con passione e senso di responsabilità, rispettando con dedizione le procedure adottate all’interno di tutti i siti produttivi: misure che ci stanno consentendo di essere pienamente operativi e, di conseguenza, di poter garantire ogni giorno i nostri prodotti di qualità a milioni di famiglie italiane”.