Amadori, insieme ai suoi dipendenti, dona 6.000 euro ai bambini dell’ospedale pediatrico dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Senese (AOUS)

Banner Image
18 gennaio 2022

La consegna dell'assegno presso la sede dell'azienda a Monteriggioni (SI) - 02 Marzo 2016

Si è svolta nei giorni scorsi, presso la sede toscana dell’azienda Amadori a Monteriggioni (SI), la consegna dell’assegno con la cifra raccolta in occasione della tradizionale raccolta fondi, che vede impegnati i dipendenti di tutte le sedi dell’azienda durante il Natale. 
 
I 5 progetti sostenuti sono dedicati ai principali territori dove l’azienda romagnola è presente con gli stabilimenti più importanti a livello nazionale. Amadori è uno dei principali leader nel settore agroalimentare italiano, azienda innovativa e specialista del settore avicolo, con un fatturato di oltre 1,2 miliardi di euro. Fondato a San Vittore di Cesena oltre quarant’anni fa, Amadori è presente oggi sul territorio nazionale con 6 stabilimenti industriali, 19 filiali e agenzie, contando sulla collaborazione di circa 7.200 lavoratori. 
 
Quest’anno la raccolta fondi dello stabilimento di Monteriggioni è stata destinata al reparto di Chirurgia Pediatrica dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Senese (AOUS). Presenti al momento della consegna il Presidente della Commissione Sanità della Regione Toscana Stefano Scaramelli, il sindaco di Monteriggioni Raffaella Senesi, il Direttore dello Stabilimento Franco Picchioni, il Prof. Mario Messina, Direttore del Reparto di Chirurgia Pediatrica, e il suo collaboratore, il Dott. Francesco Molinaro.
 
Lo stabilimento di Monteriggioni conta 300 dipendenti, fra operai ed impiegati. Ed è proprio grazie alla loro generosità che si è riusciti a raggiungere un risultato davvero straordinario. Ogni dipendente ha donato volontariamente 1, 2 o 3 ore del proprio lavoro. La cifra raccolta è stata poi raddoppiata dall’azienda, per un importo totale di 6.000 euro. 
 
“La volontà dell’azienda è quella di essere vicini ai territori in cui opera, appoggiando iniziative promosse direttamente dai dipendenti. Pertanto siamo orgogliosi di poter aiutare l’ospedale pediatrico di Siena e il suo staff magistralmente guidato dal Prof. Messina, che ogni giorno salva la vita di tanti bambini” ha commentato Franco Picchioni, Direttore dello Stabilimento Amadori.

“Con l’importo donato acquisteremo un elettrobisturi per operare i piccoli pazienti in laparoscopia. La tecnologia ha fatto passi da giganti e grazie ad essa si riescono a fare piccoli miracoli, ma purtroppo non sempre si hanno i fondi per poter acquistare gli ultimi macchinari sul mercato” - puntualizza il Prof. Mario Messina, Direttore del Reparto di Chirurgia Pediatrica. - La nostra associazione nasce con lo scopo di creare un reparto ‘a misura di bambini’ nel quale prendersi cura dei pazienti e delle loro famiglie, durante il periodo di degenza”.

“La chirurgia pediatrica rappresenta una eccellenza dell’azienda ospedaliera senese – commenta il Presidente Commissione Sanità Regione Toscana Stefano Scaramelli - che assieme alle strutture ospedaliere di Firenze e Massa, disegnano una rete sanitaria  all’avanguardia, che offre servizi innovativi, soprattutto nell’ottica del pronto soccorso pediatrico, e che oggi è un punto di riferimento per le famiglie colpite dalla malattia. Del resto un sistema sanitario che guarda al futuro non può che partire dai bambini, che sono il nostro futuro”.

“Siamo felici che Amadori abbia scelto di donare il contributo dei propri dipendenti ad una realtà locale - conclude il Sindaco Raffaella Senesi - Questo dimostra come con piccoli gesti, ma con tanta passione, come del resto recita lo slogan dell’azienda, si possano raggiungere dei gran risultati”.
 
Back to Top

Iscriviti!

×