Sicurezza sul lavoro certificata e metodo OCRA

Sicurezza sul lavoro certificata e metodo OCRA
Sicurezza sul lavoro certificata e metodo OCRA

Gli stabilimenti di Cesena, Panighina (FC) e Controguerra (TE) hanno ottenuto la certificazione del Sistema di gestione salute e sicurezza negli ambienti di lavoro BS OHSAS 18001 nel 2015: vista la rilevanza di questa certificazione, stiamo lavorando per riuscire ad estenderla gradualmente anche alle altre sedi.

Per migliorare le condizioni di lavoro dei dipendenti, in Amadori ad oggi sono state effettuate, con il metodo OCRA, oltre 2.500 valutazioni di postazioni negli stabilimenti, anche attraverso filmati e interviste ai lavoratori. Presso lo stabilimento di Cesena il metodo OCRA è stato adottato nei primi anni 2000: in questi 15 anni l’azienda ha effettuato numerosi interventi di miglioramento investendo oltre 10 milioni di euro. Questo ha permesso di ridurre l’esposizione dei lavoratori al rischio di patologie per lavoro ripetitivo, posizionando lo stabilimento in una fascia medio-bassa ed eliminando il rischio elevato. 
Altri notevoli investimenti sono in programma nell’allestimento della nuova Sala Taglio a Cesena, dove è in corso una collaborazione anche con il Politecnico di Milano per la ricerca delle migliori soluzioni ergonomiche. Nella Sala taglio sarà garantito maggior spazio intorno alle linee, maggior automazione nelle movimentazioni dei materiali, collaborazione con i fornitori per la progettazione delle macchine, sempre più sicure.

 

 

 

 

Facts - Persone

Oltre 7.500 collaboratori

in tutta Italia

Il 51% dei lavoratori sono donne, il 49% uomini. Il 74% è di nazionalità italiana, il 26% è di nazionalità straniera. Il 63% lavora in Emilia Romagna, il 27% in Abruzzo, il resto in Toscana, Lombardia, Puglia, Veneto.

Infortuni: -15% la frequenza nel 2015

più sicurezza sul lavoro

Grazie ad una costante attenzione alla sicurezza e alla formazione, gli indici relativi agli infortuni negli stabilimenti produttivi sono scesi in maniera significativa (-15% la frequenza e -19% la gravità nel 2015).

Oltre 20 eventi in 4 anni

targati "Peopoll"

Circa 500 persone in allevamento con le famiglie, oltre 600 podisti alla "Corsa dei polli", più di 200 dipendenti al torneo di calcio e circa 400 ricette al concorso di cucina.